lavello acciaio inox_pulizie greenHai un lavello in cucina in acciaio inox e vuoi sapere come poterlo pulire al meglio e averlo bello lucido senza usare prodotti chimici?

Allora stai leggendo l’articolo giusto. Io sono come te, voglio prendermi cura al meglio della mia casa, mi piace avere tutto pulito (senza farne una malattia!) cercando di preservare i materiali che la compongono. 

Allo stesso tempo però sono preoccupata per l’inquinamento ambientale e ho deciso di impegnarmi su questo fronte per poter lasciare un mondo più pulito e sano ai miei figli. 

In commercio infatti esistono tanti tipi di detergenti, tutti abbastanza validi e per tutte le tasche. 

Il problema è che “I prodotti di uso domestico sono nuove sorgenti di inquinamento atmosferico. A Los Angeles le emissioni dei solventi sono almeno equivalenti a quelle del traffico” (articolo del Corriere della Sera che puoi trovare a questo link).

Inoltre i prodotti contenenti candeggina possono rovinare questo tipo di superficie.

Fortunatamente esistono diverse alternative per prenderci cura della nostra casa, anche per pulire il lavello in acciaio inox, sia usando prodotti naturali che usando prodotti biodegradabili. 

Prima però, parliamo un attimo dell’acciaio inox:

è una lega metallica creata dalla fusione di nichel e cromo. E’ molto utilizzato perchè dà un tocco di eleganza ed è molto resistente ma, per mantenerlo al meglio ed evitare aloni e macchie, ha bisogno di cure! Se riesci a fare un’adeguata manutenzione del tuo lavandino, potrà durare tutta la vita e continuare ad aggiungere fascino e bellezza a qualunque tipo di arredamento.

Quindi, come possiamo lavare e lucidare il lavello in acciaio inox senza usare prodotti chimici?


Metodo 1: Aceto bianco

aceto_puliziegreen

L’aceto bianco in realtà non pulisce, però rende lucido il nostro acciaio inox! Si può procedere in questo modo:

  1. Rimuovere lo sporco e i residui di cibo (magari con un sapone biodegradabile, vedi Metodo 4
  2. Asciugare bene la superficie
  3. Bagniamo un panno asciutto con l’aceto bianco
  4. Strofina il panno sulla superficie, in particolare sulle “ditate”
  5. Sciacquare abbondantemente

Pro: molto economico, facilmente reperibile, a basso impatto ambientale

Contro: molto lunga la sua applicazione, occorre un risciacquo accurato


Metodo 2: Olio di oliva

olio_puliziegreen

L’olio toglie le striature e conferisce all’acciaio quella brillantezza tipica dei “lavelli nuovi”. 

Come fare?

  1. Rimuovere lo sporco e i residui di cibo (magari con un sapone biodegradabile, vedi Metodo 4
  2. Asciuga bene il lavandino
  3. Metti poche gocce di olio su un tovagliolo di carta e strofina bene su tutta la superficie. 
  4. Ripeti il processo finché ottieni il risultato desiderato.

Pro: molto economico, facilmente reperibile, a basso impatto ambientale

Contro: lunga la sua applicazione


Metodo 3: Bicarbonato

bicarbonato_puliziegreen

Per lucidare il tuo lavello in acciaio inox ed eliminare gli aloni lasciati dall’acqua, puoi usare il bicarbonato.

  1. Rimuovere lo sporco e i residui di cibo (magari con un sapone biodegradabile, vedi Metodo 4
  2. Sciogli un cucchiaio di bicarbonato nell’acqua calda 
  3. Inumidisci una spugna non abrasiva in questa acqua
  4. Passa tutta la superficie del lavello con una spugna umida

Pro: molto economico, facilmente reperibile, a basso impatto ambientale

Contro: lunga la sua applicazione, occorre un risciacquo accurato, non sempre è garantita l’efficacia


Metodo 4: Prodotti biodegradabili

prodotti biodegradabili_neolife

Questi metodi sono molto validi e sicuramente molto ecologici e a basso costo. L’unico problema è che sono metodi molto lunghi e non garantiscono sempre l’efficacia (dipende dal tipo di sporco e da quanto tempo è depositato sul materiale). 

Fortunatamente esiste un’alternativa valida che racchiude i benefici dell’ecologia dei prodotti naturali con l’efficacia dei prodotti chimici. 

La maggior parte delle grandi aziende che producono prodotti di pulizia, hanno creato la loro linea “green”. Naturalmente bisogna capire, leggendo le etichette, se sono veramente biodegradabili, ma questo lo approfondiremo in un altro articolo. 

Ne esistono diversi molto validi, ma per la pulizia del lavello in acciaio inox, io ho scelto LDC  della linea Golden della Neolife, per diversi motivi: 

    • La Neolife si occupa da 60 anni di diffondere la cultura del biodegradabile, non è una moda del momento;
    • LDC è concentrato, quindi produce molta meno plastica!
    • LDC è biodegradabile quindi non inquina il mare;
    • LDC non è nè tossico, nè caustico, nè corrosivo, quindi non inquina nemmeno l’aria!
    • Se si hanno bambini piccoli o animali in casa, a loro non crea nessun danno respirarlo;
    • E’ molto economico! Infatti costa solo €3.44 a litro di prodotto diluito!
    • Contiene olio di cocco, quindi con una sola passata riusciamo sia a pulire che a lucidare il lavello in acciaio inox

Se vuoi conoscere meglio questi prodotti puoi cliccare direttamente su questo link

o contattami scrivendo a: neolife.michela@gmail.com

Pro: economico, a basso impatto ambientale, efficacia garantita, basta una sola passata

Contro: meno economico dei prodotti naturali

pulire senza inquinare


In questo articolo abbiamo parlato dei metodi per pulire il lavello in acciaio inox della cucina; se hai un lavello di un altro materiale puoi leggere l’articolo relativo a quel materiale: 

Lavelli in ceramica

Lavelli in Fragranite

Lavelli in resina

Lavelli in granitek

Lavelli in quarzo

Lavelli in pietra

Lavelli in Corian

Lavelli in Silestone

Lavelli in Cristadur

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *